Non avrei mai creduto
bastasse una tua carezza
un sorriso due passi nel parco
a portarmi la pace nel cuore.

Credevo
tu fossi per me
un  inebriante tuffo sensuale
ed invece trovo in te
una compagna di giochi infantili
un'amica nei giorni pił tristi
una mano che si tende fedele
quas'io fossi amore.

Osservo i tuoi occhi:
l'amaro sorriso riflette la pena.
Un giorno imparerai
ad amarmi per quello che sono:
un amico.
Un amico che ha tanto bisogno
di tenerezza.

Milano, 19 marzo 1979

Pubblicata su Il Galeone N.5, 1981

Torna al menu` iniziale ...per leggere la poesia Comprensione